logo

Tips & tricks Revit Architecture – I file di backup e journal

8 Gennaio 2009

Le copie di backup

In Revit Architecture ogni volta che salviamo un progetto, vengono create tre copie di backup alle quali viene assegnato un numero in successione. Per capire il funzionamento di questi file, iniziamo a realizzare il nostro progetto e salviamolo per esempio con il nome project.rvt. Andiamo avanti con il disegno e dopo alcune modifiche risalviamolo, a questo punto (nella cartella di destinazione scelta) Revit creerà un nuovo file project.0001.rvt. Continuiamo a lavorare sul nostro file e magari dopo un pò di tempo salviamolo di nuovo, ancora una volta Revit crea un nuovo file al quale viene attribuito il nome project.0002.rvt, un successivo salvataggio crea un terzo file di backup: project.0003.rvt. Ogni salvataggio comporta quindi un nuovo file project.000x. rvt (con x numero a scalare successivo) relativo al progetto salvato in quel momento. Ovviamente le ultime modifiche apportate al progetto saranno salvate in project.rvt, sicchè alla riapertura di questo file avremo il disegno salvato prima della chiusura del programma. Quindi  se non si ha il  bisogno di accedere ad una copia di backup, si può sempre lavorare sul file principale project.rvt ed eventualmente fare ricorso alle copie di backup in caso di crash recuperando la versione del file precedentemente salvata.

In particolare, questo sarà più semplice impostando un promemoria di salvataggio, accedendo alla finestra dal menù Impostazioni > Opzioni > Generale

Il file Journal

Oltre alle tre copie di backup Revit genera un file Journal accessibile dal percorso C:\Programmi\Revit Architecuture Anno\Journals. Si tratta di un file testuale in cui sono  memorizzate le azioni eseguite dal software nel corso di un’intera sessione ed il file Journal con il numero più elevato indica il file più recente.

Se si verificano problemi al file originale o alle copie di backup l’ultima speranza potrà essere affidata al file Journal, infatti occorrerà individuare il file corrente ufficiale e trascinarlo sull’icona di Revit sul desktop. Una volta aperto il progetto sarà possibile salvarlo nella destinazione originale.

« Vai alle NEWS

« Vai agli APPROFONDIMENTI