logo

Tutorial Revit Architecture – Visibilità elementi nelle famiglie

21 Novembre 2008

L’argomento di questo tutorial è la visibilità dei vari elementi che fanno parte di una famiglia e sui quali in origine non è possibile intervenire per nasconderli o visualizzarli. Per meglio chiarire l’intenzione del tutorial si può notare nell’immagine in basso, la finestra (1) con cornice e soglia e la finestra (2) in cui la cornice e la soglia non sono visibili. La finestra (1) utilizzata in questo tutorial è una delle finestre già fornite con il software (finestra croce e cornice) e tale famiglia all’origine non permette di intervenire sul parametro di visibilità sopra detto.

Questo sarà infatti lo scopo del tutorial.

1. Aggiunta dei nuovi parametri

Come prima cosa inseriamo la finestra originale nel muro (o apriamo direttamente la famiglia), selezioniamola con il mouse, essa diventerà di colore rosso. Clicchiamo su Modifica famiglia nella barra delle opzioni, scegliamo al messaggio che ci chiede se vogliamo aprire la famiglia per la modifica. Nella nuova finestra che si apre, clicchiamo su Tipi di famiglia nella barra di progettazione. Nella nuova finestra di diagolo Tipi di Famiglia, clicchiamo Aggiungi sotto la voce Parametri.

Andremo ora ad aggiungere un nuovo parametro per controllare la visibilità della cornice e della soglia rispettivamente. Nella finestra di diagolo Proprietà parametro, inseriamo i dati nei campi Dati parametro.

In Nome digitiamo Visibilità cornice; scegliamo Grafica dal menù a tendina Raggruppa parametro in; Comune nel campo Disciplina; scegliamo Sì/No dal menù a tendina Tipo di parametro. Scegliamo Istanza.

Clicchiamo Ok, per tornare alla finestra di diagolo Tipi di famiglia e clicchiamo di nuovo su Aggiungi per inserire un nuovo parametro che chiameremo Visibilità Soglia. Manteniamo uguali tutti gli altri dati come nel caso precedente ad esclusione del nome che ora sarà Visibilità soglia. Clicchiamo due volte su Ok per uscire dalle finestre di dialogo. Riguardo all’ultimo parametro, occorre precisare la differenza tra Istanza e Tipo, infatti la proprietà di Istanza ha effetto solo sull’elemento selezionato, mentre la proprietà di Tipo influisci su tutte le istanze. Nel nostro caso avendo selezionato Istanza, andremo ad intervenire sulla visibilità di quella finestra selezionata e non su tutte quelle inserite nel progetto.

2. Associazione del parametro visibilità per la cornice superiore

Nella finestra della vista 3D, clicchiamo sulla cornice superiore e quando diventerà rossa, clicchiamo su Modifica nella barra delle opzioni.  Clicchiamo su Proprietà Estrusione (1) dalla barra di progettazione, nella finestra di dialogo Proprietà elemento (2) clicchiamo sul quadratino (3) nel parametro Grafica, si aprirà una nuova finestra di dialogo Associa con parametro famiglia. Clicchiamo Visibilità cornice per associare il parametro e due volte su Ok per tornare nella finestra della vista 3d. Dalla barra di progettazione selezioniamo Termina estrusione.

3. Associazione del parametro visibilità per la cornice inferiore e la soglia

Associamo lo stesso parametro di visibilità alla cornice in basso, clicchiamo sulla cornice inferiore e ripetiamo gli step del punto 2. Per associare invece il parametro visibiltà alla soglia, ripetiamo gli stessi passaggi di sopra con l’unica differenza che in questo caso nella finestra di dialogo Associa con parametro famiglia, selezioniamo Visibilità soglia.

4. Verifica della famiglia Finestra nel progetto

Salviamo la famiglia o carichiamola nel progetto. In una vista 3D selezioniamo la finestra (1) e clicchiamo su Proprietà elemento dalla barra delle opzioni. Nella nuova finestra di dialogo Proprietà elemento compare un nuovo parametro istanza denominato Grafica. Se vogliamo rendere invisibili la cornice e la soglia (solo una o entrambe) spuntiamo la casella corrispondente in valore.

Poichè siamo interventi sulla visibilità mendiante un parametro istanza le modifiche apportate non saranno estese alle altre finestre della stessa categoria ma sola a quella da noi selezionata.

Leggi gli altri tutorial nella categoria Approfondimenti

« Vai alle NEWS

« Vai agli APPROFONDIMENTI