logo

1° Luglio – Compravendite, obbligatoria l’indicazione dei dati catastali

1 luglio 2010

Diventa obbligatoria dal 1° luglio 2010 e per effetto dell’articolo 19 della Manovra economica, D.L. 78/2010, la registrazione dei dati catastali per compravendite e locazioni. Infatti in tutti gli atti pubblici e nelle scritture private autenticate, riguardanti gli immobili urbani è d’obbligo riportare i seguenti dati:

  • dati catastali dell’immobile;
  • il riferimento alle planimetrie depositate in catasto;
  • la dichiarazione degli intestatari sulla conformità dei dati catastali e delle planimetrie allo stato di fatto;
  • il notaio rogante in caso di irregolarità non potrà procedere alla stipula dell’atto.

Chi non si attiene alla nuova disposizione “è punito con la sanzione amministrativa dal120% al 240%” dell’imposta di registro dovuta.

Le disposizioni previste dall’articolo 19, comma 15, del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78,  sono diventate operative con l’approvazione del modello per la richiesta di registrazione degli atti (modello 69) e del nuovo modello di comunicazione dei dati catastali per le cessioni, risoluzioni e proroghe dei contratti di locazione o affitto di beni immobili (modello CDC). I modelli 69 e CDC  sono resi disponibili sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it, nella sezione Modulistica.

Il nostro Studio di Progettazione è a disposizione per il disbrigo di ogni pratica catastale, accatastamenti per variazione, successioni, rettifiche dati catastali e dati immobili

ed ancora:

« Vai alle NEWS

« Vai agli APPROFONDIMENTI