logo

Sicurezza – Aggiornamento obbligatorio per tutti

22 giugno 2010

Chiarimenti sull’aggiornamento per il coordinatore della sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione, arrivano dal Centro Studi del Consiglio Nazionale Ingegneri con una nota del 18 maggio 2010, con la quale si cerca di fare chiarezza sull’obbligo di aggiornamento entro cinque anni – art. 98, comma 2 ed Allegato XIV del D.Lgs. n. 81/2008 –   anche per i coordinatori della sicurezza (per la progettazione ed in fase di esecuzione) che abbiano conseguito l’attestato di frequenza ai corsi qualificanti ai sensi dell’art. 10, comma 2 del D.Lgs. n. 494/96 e, dunque, prima dell’entrata in vigore dello stesso D.Lgs. n. 81/2008 Testo unico sulla salute e sicurezza del lavoro.

Ricordiamo quali sono i requisiti professionali previsti per ricoprire l’incarico di coordinatore per la progettazione e l’esecuzione dei lavori, ovvero dall’art. 98 del T.U. sulla sicurezza:

1. Il coordinatore per la progettazione e il coordinatore per l’esecuzione dei lavori devono essere in possesso di uno dei seguenti requisiti:
titolo di studio previsto dal comma 1, lettere a, b e c, dell’art. 98, D.Lgs. n. 81/2008;
2. I soggetti di cui al comma 1, devono essere, altresì, in possesso di attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento finale, a specifico corso in materia di sicurezza organizzato dalle regioni, mediante le strutture
tecniche operanti nel settore della prevenzione e della formazione professionale, o, in via alternativa, dall’ISPESL, dall’INAIL, dall’Istituto italiano di medicina sociale, dagli ordini o collegi professionali, dalle università, dalle
associazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori o dagli organismi paritetici istituiti nel settore dell’edilizia. Fermo restando l’obbligo di aggiornamento di cui all’allegato XIV, sono fatti salvi gli attestati rilasciati nel rispetto della previgente normativa a conclusione di corsi avviati prima della data di entrata in vigore del presente decreto. 3. I contenuti, le modalità e la durata dei corsi di cui al comma 2 devono rispettare almeno le prescrizioni di cui all’ALLEGATO XIV.
4. L’attestato di cui al comma 2 non è richiesto per coloro che, non più in servizio, abbiano svolto attività tecnica in materia di sicurezza nelle costruzioni, per almeno cinque anni, in qualità di pubblici ufficiali o di incaricati di
pubblico servizio e per coloro che producano un certificato universitario attestante il superamento di un esame relativo ad uno specifico insegnamento del corso di laurea nel cui programma siano presenti i contenuti minimi di
cui all’ALLEGATO XIV, o l’attestato di partecipazione ad un corso di perfezionamento universitario i cui programmi e le relative modalità di svolgimento siano conformi all’allegato XIV. L’attestato di cui al comma 2 non è richiesto per coloro che sono in possesso della laurea magistrale LM-26.
5. Le spese connesse all’espletamento dei corsi di cui al comma 2 sono a totale carico dei partecipanti.
6. Le regioni determinano la misura degli oneri per il funzionamento dei corsi di cui al comma 2, da esse organizzati, da porsi a carico dei partecipanti.

Per quanto concerne l’attestato di frequenza, le modalità di rilascio ed i contenuti dei corsi sono descritti dall’Allegato XIV al citato D.Lgs. n. 81/2009. L’art. 98 introduce, tuttavia, un regime transitorio prevedendo che debbano ritenersi validi gli attestati rilasciati nel rispetto della previgente normativa (D.Lgs. 494/1996) a conclusione dei corsi che siano stati avviati prima della data di entrata in vigore del D.Lgs. n. 81/2009. Anche l’obbligo ed i contenuti minimi dei corsi di aggiornamento professionale (obbligo che né l’art. 10 né l’Allegato V al D.Lgs. n. 494/1996 menzionavano) sono stati introdotti dal citato All. XIV il quale dispone che: “E’ inoltre previsto l’obbligo di aggiornamento a cadenza quinquennale della durata complessiva di 40 ore, da effettuare anche per mezzo di diversi moduli nell’arco del quinquennio. L’aggiornamento può essere svolto anche attraverso la partecipazione a convegni o seminari con un numero massimo di 100 partecipanti”

Per i professionisti in possesso dell’attestato alla data di entrata in vigore del D.Lgs. n. 81/2008, il termine dei cinque  anni imposto per l’aggiornamento comincerà a decorrere dalla data dell’entrata in vigore di tale D.Lgs. (15 maggio 2008). Pertanto, la data ultima per lo svolgimento dell’aggiornamento da parte dei coordinatori per la sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione ed in possesso di attestato di frequenza di corsi antecedenti all’entrata in vigore del D.Lgs. 81/2008, è il 15 maggio 2013.

[Fonte: CNI]


Studio di PROGETTAZIONE FRCPROGETTI

« Vai alle NEWS

« Vai agli APPROFONDIMENTI