logo

Detrazione 55% – No AQE per le caldaie a condensazione

5 settembre 2009

Con la recente legge del 23 Luglio 2009 n. 99 recante “Disposizioni per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese, nonchè in materia di energia” pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 176 del 31 luglio 2009 – Supplemento ordinario n. 136 scompare l’obbligo di produrre l’attestato di qualificazione energetica (AQE) relativamente agli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione.

Infatti l’art. 31 della L. 23 Luglio 2009 n. 99 (Semplificazione di procedure) riporta ‘1. All’articolo 1, comma 24, lettera c), della legge 24 dicembre 2007, n. 244, le parole: «e al comma 346 del medesimo articolo 1» sono sostituite dalle seguenti: «e ai commi 346 e 347 del medesimo articolo 1».’

Questo articolo stabilisce perciò che, a partire dal 15 agosto 2009, per la sostituzione di impianti termici con caldaie a condensazione (comma 347 legge finanziara 2007)  il contribuente non è tenuto a produrre ed aquisire l’attestato di qualificazione energetica, si semplificano pertanto le modalità per usufruire delle detrazioni del 55% come già accadeva per l’installazione di pannelli solari e per la sostituzione delle finestre e degli infissi in singole unità immobiliari.

Secondo l’ENEA in attesa di conferma e di ulteriori chiarimenti da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, e dell’AdE, “coloro che hanno ultimato i lavori prima del 15/8 siano tenuti a presentare sia l’allegato A che l’allegato E, mentre coloro che completeranno i lavori a partire dal 15/8 siano soggetti a compilare e ad inviare all’Enea il solo allegato E attraverso il sito di invio http://finanziaria2009.acs.enea.it lasciando in bianco l’allegato A e selezionando solo la casella in calce a detto allegato in cui si dichiara di aver letto il tutto.”


« Vai alle NEWS

« Vai agli APPROFONDIMENTI