logo

Piano Casa – Ultimi sviluppi

23 marzo 2009

Circola già dalla settimana scorsa, ma in forma non ufficiale, il testo del Decreto Legge sul Piano Casa, per rilanciare il settore edile.
Sono confermati tutti i punti anticipati dal Governo:

  • AUMENTO CUBATURE
  • SEMPLIFICAZIONI NELLE PRATICHE
  • SANZIONI
Aumento cubature
La possibilità di ampliare del 20% la cubatura degli immobili a uso abitativo o la superficie coperta per quelli destinati a uso diverso. Tale aumento passa al 35% in caso di demolizione e riedificazione di vecchi edifici, con obbligo di ricostruire applicando  le regole della bioedilizia e del risparmio energetico. Il limite massimo fissato per l’ampliamento è di 300 metri cubi per ogni singola unità immobiliare, mentre decade il limite sull’anno di costruzione dell’edificio oggetto di demolizione (le prime bozze parlavano di edifici costruiti prima del 1989).
Semplificazione nelle pratiche
Il permesso di costruire per ristrutturazioni, ampliamenti e nuove costruzioni sarà sostituito da una certificazione giurata del progettista. Si potrà ricorrere alla Dia (Denuncia di inizio attività) e all’edilizia libera per un maggior numero di casi. Le autorizzazioni saranno rilasciate dai Comuni in deroga a piani regolatori e regolamenti edilizi a patto che non siano in conflitto con i vincoli di conservazione ambientale, storica, paesaggistica architettonica e culturale. Si valuta anche la possibilità dell’autorizzazione in sanatoria per gli interventi già compiuti in area vincolata in assenza o difformità dall’autorizzazione paesaggistica.

Condomini
Previa autorizzazione dell’assemblea condominiale, sarà possibile aggiungere stanze, bagni e alzare tetti anche nei condomini.

Tutela Ambientale
Non è contemplato l’ampliamento degli immobili abusivi o sottoposti a vincolo storico e paesaggistico. Quindi restano fuori dal provvedimento tutti gli immobili delle aree destinate a parchi, zone archeologiche, ed i terreni demaniali.

Riduzione contributi di costruzione
Saranno i Comuni  decidere se ridurre il contributo di costruzione sulla quota parte dell’ampliamento, con uno sconto del 50% se ad essere ampliata è la prima casa.

Sanzioni
Revisionate le pene: sanzioni amministrative per abusi di piccola entità che prevedono l’apertura di finestre o la chiusura di una veranda; l’arresto per quelli più gravi, come la costruzione di edifici non a norma, per i quali è  previsto l’arresto da 2 a 3 anni.
NEWS del 01 Aprile 2009: Novità Piano Casa – Raggiunto l’accordo Governo-Regioni
I nostri servizi:
Rendering
Progettazione Edile
Catasto
Topografia
Calcoli Statici
Scopri quello che ti offre il nostro STUDIO DI PROGETTAZIONE

« Vai alle NEWS

« Vai agli APPROFONDIMENTI